Caratteri del manto che aiutano a discriminare le specie di ungulati da cuccioli
Ci sono alcune caratteristiche discriminative ... anche piuttosto semplici: 
Innanzitutto quelle dello specchio anale e della coda, che sono già visibili anche da piccoli, .... coda lunga e bordata di nero su fondo bianco (o totalmente nera) nel daino; .... coda corta, di colore arancio su fondo arancio (quindi poco percettibile) nel cervo; ... coda praticamente assente nel capriolo, con specchio anale che da cucciolo è "bordato" arancio. 
Nel caso del capriolo il mantello presenta le macchie bianche (pomellatura) disposte su file longitudinali regolari, anche da cucciolo è già visibile l'anello perinasale nero (baffetti).
cucciolo di capriolo
La precedente è un'immagine di cucciolo di capriolo che ho scattato diversi anni fa, ... il piccolo era accucciato in una piccola radura ai bordi di un camminamento dentro una cerreta, ... mi ha osservato tranquillo e fiducioso del suo mimetismo .... mentre passavo.
Nel cervo sono assenti i baffetti e la pomellatura è assolutamente "disordinata", ... non segue nessun disegno e nessuna linea; 
questa è un'immagine scattata da un gruppo di escursionisti romagnoli (id3king) ... il piccolo era, anche in questo caso, accucciato ai bordi del sentiero ... ma ha ritenuto più sicuro alzarsi e allontanarsi un po'.
cucciolo di cervo
In alcuni casi può però essere presente una doppia riga parallela di macchie, sul dorso.
cucciolo di daino
Il daino è quello più problematico (come al solito) perchè il mantello presenta caratteristiche intermedie fra le altre due specie di cervidi ... (chiedo scusa per la scarsa qualità dell'immagine ... ma è un fermo da telecamera è il piccolo era piuttosto lontano)..... la riga nera dorsale, con le due file di macchie bianche ... è quasi sempre presente, non ci sono "baffetti" ma spesso una chiazza più scura sopra al naso, ... le altre macchie della pomellatura ... non sono simmetriche come nel capriolo, ..... ma neppure disordinate come nel cervo; si vedono sempre piuttosto bene (ovviamente se è in piedi) il bianco del sottopancia, le bande di colore laterali e le caratteristiche peculiari dello specchio anale.
 
Non toccatemi